Come e’ cambiata la SEO nel 2012

Oleh: Zep
5 gennaio 2013

La. SEO. Non. Cambia. Mai!!! Non c’e’ storia di farlo capire a quelli che si sono avvicinati da poco a questa materia. La chiamo materia, perche’ e’ a tutti gli effetti una materia di studio. I SEO studiano sempre. Studiano in continuazione per tenersi aggiornati sui cambiamenti d’umore di Google. Ma nella realta’ dei fatti, per quanto Google cambi regole, bonus e penalizzazioni, le regole di base rimangono sempre quelle.

Il Giorgio Tave, uno di quei professionisti del settore che io ho sempre reputato uno dei Guru italiani piu’ ferrati in materia, pubblica sul suo sito i fattori che influenzano la SEO. E, indovinate un po’, non sono praticamente cambiati dal 2007!!! O almeno quelli di base che sono i fondamentali per una buona ottimizzazione e un conseguente buon posizionamento.

Dal 2007 al comando nella classifica dei parametri SEO, ci sono i backlink. L’importanza di un link in ingresso che sia a tema con il nostro sito, non ha prezzo. Anche l’importanza di una pagina dettata dall’architettura dei link interni al sito, e’ rimasta praticamente invariata. E poi ovviamente ci sono i Tag. Ma che ve lo dico a fare? Il Title rimane sempre il piu’ importante in assoluto. Certo, c’e’ da dire che ormai (e per questo dobbiamo ringraziare i SEO incompetenti che riempivano questo Tag di spazzatura) il Keyword non conta praticamente piu’ nulla.

Un cosa che invece e’ radicalmente cambiata, e’ l’importanza che ha acquisito la velocita’ di caricamento del sito. Anni fa’ non ci si faceva nemmeno caso. Forse perche’ qualcuno navigava ancora con un 56K ed era abituato ad avere dei tempi apocalittici di caricamento di una pagina. Ora se la pagina non carica in meno di due secondi si cambia sito. In effetti ci sono cosi tanti siti ormai che “perche’ dovrei aspettare che il tuo carichi, quando in 2 secondi ne trovo un altro?”. E ovviamente anche Google si e’ adattato.

Ma la realta’ rimane una sola. I contenuti vengono prima di qualsiasi altra cosa. Puoi essere il miglior SEO della storia, puoi spendere migliaia di euro in advertising, ma se hai dei contenuti farlocchi l’utente, ormai diventato un po’ piu’ esperto di web, se ne accorge e sul tuo sito non ci torna di certo.

Tags: , , ,

Category: Motori di Ricerca, Tecniche SEO | RSS 2.0 | Give a Comment | trackback

No Comments